Archive for ottobre 2008

Christian T. Petersen – Videogame con carte e dadi, boardgame da giocare con i pad

31/10/2008

Christian T. Petersen, creatore della Fantasy Flight Games e Guest of Honor di Lucca Games 2008, ha tenuto una conferenza sul tema delle commistioni tra giochi da tavolo e giochi elettronici. Dopo un breve excursus sulla sua storia, prendendo spunto dalla mostra monografica dedicatagli quest’anno, l’autore ha illustrato al suo pubblico il suo approccio al difficile tema della conversione di un gioco in un altro gioco.
Il segreto, secondo Petersen, sta nel cercare di trasferire al giocatore le stesse sensazioni, piuttosto che nel ricreare le stesse meccaniche, ed esaltando le differenze sostanziali tra i due mezzi di espressione. Il gioco da tavolo può sfruttare elementi assenti nel suo ispiratore elettronico, come la fisicità (sfruttando l’esperienza tattile degli elementi che lo compongono) e il confronto con avversari in carne e ossa, con una sfida da vivere anche grazie alle espressioni facciali del proprio avversario.

Molti si chiedono a quale pubblico possano interessare dei giochi di derivazione quando si può giocare direttamente il loro ispiratore digitale. Paradossalmente il maggiore interesse per questi prodotti viene proprio dagli addetti ai lavori, ed in generale da coloro che hanno a che fare tutto il giorno con il computer. Le software house dal canto loro apprezzano molto queste collaborazioni, perchè permettono loro di dimostrare la validità dei loro prodotti come brand di intrattenimento e non solo nell’ambito di un mercato settoriale.
La sfida è quella di riuscire, grazie alla stretta collaborazione tra le software house e la Fantasy Flgiht, di rendere i due mezzi sempre più interconnessi, in modo da rendere l’esperienza di gioco il più ricca possibile. Già adesso tramite dei codici contenuti nel gioco di carte collezionabile di World of Warcraft è possibile ottenere dei contenuti extra all’interno della controparte elettronica, e l’obiettivo è che questo possa portare anche ad invertire il processo, ottenendo contenuti extra per il gioco da tavolo tramite il videogame.

by Gioconomicon

“Thank you Gary – Luca Giuliano & The Hickmans, storia breve del Gioco di Ruolo.”

31/10/2008

Nella sala incontro si e’ svolto un breve memoriale in onore di Gary Gygax, tenuto dall’autorevole Luca Giuliano, noto “giocologo” italiano, e gli “Hickmans” ovvero Tracy Hickman, autore insieme a Margaret Weis della celebre saga di DragonLance, e la moglie Laura.
Il tempo è stato tiranno, ma questi illustri ospiti sono riusciti ad evocare una splendida e sognate immagine di Gary Gygax, ovvero colui che, insieme a Dave Arneson, ha scritto quello che viene considerato il padre di tutti i giochi di ruolo: Dungeons & Dragons.
Su invito di Luca Tracy ha raccontato come sia arrivato a conoscere Dungeons & Dragons tramite l’invito della moglie Laura; per tutti e due conoscere questo gioco di ruolo è stato un momento magico, che ha spalancato loro le porte di un incredibile e completamente nuovo universo; più volte hanno ringraziato il defuto Gygax per questo enorme regalo che gli ha fatto.
Mr. Hickman ha raccontanto come l’autore di Dungeons & Dragons ha sempre voluto essere ricordato come colui che “ama giocare e condividere il gioco con gli altri”, ma è stato subito chiaro, sia nelle sue parole che nei cuori di chi lo ascoltava, che questa persona ha fatto molto, molto di più; Gygax ci ha lasciato non solo un mondo in cui immergerci, non solo ha aperto alla nostra fantasia le porte di infiniti universi, ma ci ha influenzato e sospinto verso un modo di vivere e vedere il gioco che ci ha segnato profondamente, e ancora, come se non bastasse, la sua personalità ci ha portato a influenzare anche coloro che ci stanno accanto creando quello che ora è l’universo vastissimo dei giochi di ruolo.
Sia Luca che gli Hickmans hanno parlato di quell’ardore che giocando ti porta a essere attore, protagonista e scrittore di tutte le avventure che giochi, scrivi e immagini, e di quello spazio sottile e fantastico che si cela tra le parole dette o scritte, e la nostra immaginazione. Proprio l’autore di Dungeons & Dragons ha aiutato ad individuare, stabilire e rendere sempre più saldo quel legame speciale tra gli autori di avventure, moduli o gli stessi master, e i lettori, i giocatori, coloro che insieme creano quell’alchemica fusione di immagini oniriche che formano la solida base di ogni buon gioco di ruolo.
Gary Gygax, pur provenendo da un brackground più dedicato ai giochi di miniature, in particolare relativi al medioevo, è stato colui che, nella T.S.R., la storica casa che produsse Dungeons & Dragons, riconobbe, si affiancò e costruì uno staff di persone che volessero creare un gioco mirato alla commistione tra il gioco, e le sue regole, e la narrazione/interpretazione, e per questo noi tutti ringraziamo quel grand’uomo.

by Gioconomicon

Leo Ortolani

31/10/2008

Alle 16:45 a Palazzo Ducale ha inizio l’incontro con Leo Ortolani.

Il famoso fumettista esordisce spiegando al pubblico quali saranno i suoi prossimi progetti. Innanzitutto annunciando importanti eventi per il 2009 per quanto riguarda Rat-Man. Tra questi la celebrazione dei 20 anni del fumetto con la probabile uscita di un albo e un restyling del personaggio. Inoltre l’uscita in estate di una sorta di Settimana Enigmistica ispirata a Rat-Man.
Per quanto riguarda i nuovi progetti ha intezione di creare una parodia di Rambo.

Numerose le domande del pubblico.
Ortolani ci rivela di avere come sogno nel cassetto quello di creare una parodia di Alien e di avere in cantiere un nuovo progetto con un’altra casa editrice. Progetto ancora agli inizi e del quale ancora non può parlare più di tanto.

L’interesse si sposta poi sulla parodia del film 300. Ci spiega il fumettista di aver avuto immediatamente voglia di crearla appena visto il film e per la realizzazione di aver lavorato con una ritmo di tre pagine al giorno. Spiega inoltre, a seguito di una domanda, di non aver avuto problemi, almeno per ora, di plagio in quanto si tratta di una parodia.

Ritorna il tema Rat-Man. L’ idea nasce nel 1976 e dopo aver assegnato al personaggio vari ruoli decide di affiancarlo al personaggio di Batman.

Vedremo mai una Rat-Girl? Questa la domanda che fa svelare ad Ortolani la sua idea di ideare a breve proprio questo personaggio da considerare come un possibile antagonista di Rat-Man.

Sulla distribuzione all’estero del famoso fumetto, spiega Ortolani, siamo ancora agli inizi, è’ stato diffuso per ora soltanto in Spagna.

Le domande sarebbero ancora molte ma il tempo purtroppo scarseggia. Un’ ultima domanda: qual’è la storia che rifaresti? La risposta è sicura e immediata: I Fantastici 4.

by Redazione

Ligabue a Lucca

31/10/2008

Atteso, acclamato a gran voce, Ligabue arriva sul palco di Music & Comics per presentare il libro a fumetti “La neve se ne frega” , tratto dall’omonimo romanzo. Un progetto ideato da Matteo Casali (soggetto e sceneggiatura) e Giuseppe Camuncoli (disegni) sotto la supervisione dello stesso Ligabue.

Tutto comincia alle 15:45. Si parte con il racconto del loro incontro e la decisone di realizzare questo progetto. Una proposta che allo stesso Ligabue appare subito interessante e che accetta quindi entusiasta.

Non è stato un processo di trasformazione facile, come ci spiegano gli autori, in quanto già di per se difficile e accentuato dal fatto che la narrazione del romanzo originale era volutamente vaga.

Un lavoro svolto quindi con grande maestria sia per quanto riguarda la narrazione, diversificata dal romanzo originale per adattarla ai tempi del fumetto, sia per quanto riguarda i personaggi. Per questi ultimi come fonte di ispirazione si è pensato a nomi come Adam Brody e Bob Dylan per il personaggio principale maschile e alla Mc Grow e Liv Tyler per quello femminile.

Il progetto è stato proposto anche alla fiera del fumetto di New York, un passo importante, anche se la diffusione vera e propria non è ancora reale. Ma come specificato dagli stessi autori la fiducia e la speranza c’è.

E per finire lo spazio alle domande del pubblico. Inevitabili continui richiami alla produzione musicale di Ligabue che ha comunque assecondato le curiosità dei suoi fans.

By Redazione

Ortolani incontra il pubblico

31/10/2008

LEO ORTOLANI E LE SIBILLINE ANTICIPAZIONI.

Davanti a un pubblico di appassionati folto come sempre, il popolare autore ha illustrato ciò che si sta preparando per il 2009 di Ratman. A cominciare sarà una parodia in due parti di Rambo che, (garantisce sorridendo) sarà effettivamente in due parti e occuperà i due primi albi dell’anno. Dopo di che, gli albi successivi vedranno la presa d’atto del fatto che sono ormai trascorsi vent’anni dalla nascita del fortunato personaggio… il quale, sostiene Ortolani, comincia quindi a essere un personaggio vecchio. E bisognoso forse di un qualche tipo di restyling. Proprio questo sarà il tema principale del 2009 di Ratman.

Oltre alla serie principale, l’autore spera di poter realizzare alcuni progetti extra (tra le altre cose, un albo estivo in forma di omaggio-imitazione alla Settimana Enigmistica, e una nuova agenda scolastica del personaggio), ma l’unica cosa che al momento sembra certa per Ortolani è la sua collaborazione con un’altra casa editrice, per la realizzazione di un numero parodistico per la collana di un altro personaggio. Sibillina anticipazione, riguardo la quale falliscono tutti i tentativi da parte del pubblico di ottenere dall’autore altri dettagli.

by Prospettiva Globale Edizioni

News Lucca Games 08 Fantacalcio-20 anni, auguri papà!

31/10/2008

Fantacalcio: 20 anni, auguri a papà.
Gala del Best of Show 2008, premio alla carriera, Riccardo Albini.

Perché? Perché Riccardo è il padre del Fantacalcio, che festeggia venti anni proprio qui a Lucca Games, così abbiamo la possibilità di scoprire che è anche il pioniere del giornalismo videoludico nonché l’importatore del Sudoku in Italia, così approfondiamo la conoscenza e scopriamo un padre di uno spirito notevole, oltre che un giocatore mai domo…

Mentre si gioca il Mondiale di Fantacalcio tra gli stand della rassegna Riccardo ci racconta di come la sua passione per gli USA e l’attenzione verso le novità lo abbiano portato all’interesse per i videogiochi ed a scoprire Fantasybaseball, progenitore americano della nostra versione calcistica.
Dopo aver fondato negli anni settanta Videogiochi, la prima rivista italiana del settore, e dopo averla vista cadere a seguito della crisi delle console, viene sospinto dai soci a provare a dare concretezza al progetto fantacalcistico… con pessimi risultati.
Esatto, nel 1988 le duemila copie vendute del primo libro di regole chiamato Serie A si poterono definire un netto insuccesso, ma la viralità del gioco nel giro di un anno contagiò migliaia di giocatori, tanto che ad oggi il libro del Fantacalcio vende ogni anno 10000 copie. Finendo dal 1998 anche su internet.

A dieci anni da quella data una pausa ha fatto sì che Riccardo scoprisse, sempre su pagine made in USA, un giochino numerico che, proposto in Italia, fu subito bollato come un flop (proprio come il fantacalcio). Così fondò una società per dare il giochino alle stampe: nemmeno un anno dopo il Sudoku era su tutte le riviste di enigmistica italiane, e non solo.

Carico di tanti successi il simpatico e recettivo Riccardo non esclude un ritorno al mondo del videogioco, magari nella produzione…

by Gioconomicon

E finalmente…Death Note!

31/10/2008

17:00 Grande attesa fuori dall’Auditorium San Girolamo, più di 150 persone si sono presentate per la presentazione dell’anime Death Note. Peccato che solo alcuni siano poi riusciti a trovare posto, la sala era troppo piccola per poter contenere tutti.

17:45 Finalmente viene aperto il portone, lasciando entrare i fan, che si riversano quasi di corsa nella sala, cercando di prendersi i posti migliori, attentissimi a non farsi sfuggire i gadget in regalo.

Oggetto della presentazione: i primi tre episodi della serie, proposti in anteprima da “The Licensing Machine” e MTV, seguiti da un incontro dibattito coi resposabili del canale e l’esibizione dei doppiatori.

Per ora è tutto, dovete solo lasciarvi trascinare dalla suspance…e tenetevi ben stretto il vostro Death Note!

by Redazione

TORNEO: “Sul sentiero di Gary”

31/10/2008

Una passeggiata sul sentiero del maestro.

Oggi alle 10,00 e alle 14,30 si svolgerà la prima parte del torneo “Sul sentiero di Gary” Organizzato dal gruppo Modiversi.
Nato con l’idea di commemorare la scomparsa dell’ideatore di Dungeons & Dragons, Gary Gygax, il torneo raccoglie già più di 50 Giocatori.
La particolarità di questo evento è il fatto che ogni giorno verrà utilizzato una edizione di D&D diversa, partendo dalla famigerata “scatola rossa” fino a giungere all’Advanced D&D proprio con l’intento di seguire il percorso e l’evoluzione del gioco creato da Gary.
Partecipare all’evento è divenuto per gli appassionati un fatto molto importante in quanto verrà rilasciato un attestato di partecipazione firmato dall’ideatrice dell’avventura, Laura Volpastri, dal coordinatore dell’area Games Emanuele Vietina e dall’ospite d’onore del torneo, Larry Elmore
Il torneo commemorativo della scomparsa di Gary Gygax si svolgerà sia nella giornata odierna che nelle prossime giornate della manifestazione Lucca Comics & Games. Preso l’area Dimostrazioni A607.

by Andrea Marmugi

Larry Elmore – Advanced Painting Master Class: Disegare l’epico

31/10/2008

Grande occasione oggi alle 15.00 nell’area Workshop di Lucca Comics & Games.

Larry Elmore, illustratore principale di Dungeons & Dragons e Advanced D&D, terrà una preview del suo Workshop di disegno fantasy.
Elmore parla dello Workshop come di un moneto in cui “non seguirà in idea chiara e non vuole avere un idea di quello che farà fare ai partecipanti, lasciandosi trasportare dai partecipanti in un insegnamento diretto, rispondendo alle necessità di coloro che faranno parte dello Workshop”

Sempre Elmore sottolinea ”che cercherà di insegnare il modo in cui lui visualizza i suoi soggetti preferiti, i Draghi.”

Parlando un attimo della scomparsa di Gary, Elmore ricorda il loro primo incontro, avvenuto proprio durante uno dei suoi Workshop.

Fu Gary ad avvicinarsi ad Elmore per “Complimentarsi con un disegnatore che rendeva viva la sua immagine dell’epico”

by Andrea Marmugi

Conferenza Self Comics Area

31/10/2008

Ormai da due anni c’è la Self Area a Lucca Comics, ed è con comprensibile soddisfazione che Michele Ginevra del Centro Fumetto Andrea Pazienza ha aperto la conferenza sula Self Area che si è tenuta venerdì 31 alle ore 14.45, alla presenza di tanti autori dell’area.

Notevole interesse ha suscitato il distributore di fumetti (un distributore di merendine adattato all’uopo), ma nel dibattito è emerso che non ci si deve cullare sui risultati ottenuti (aver dato degna collocazione ai fumetti autoprodotti), ma cercare di promozionar sempre di più una realtà ricca di autori entusiasti e spesso davvero notevoli. Sono emerse varie idee (come un concorso per cosplay scadenti, oppure reclamizzare l’area con happening, concerti, iniziative teatrali), il sogno è fare come con Jackass di MTV, partito come happening demenziale e poi diventato un grande successo. Ma chissà che non si realizzi.

by Prospettiva Globale Edizioni