Archive for novembre 2008

Novità librarie a Lucca Games

10/11/2008

Armenia

Nella seconda metà del 2008 la programmazione vede molti titoli di autori conosciuti e di emergenti: un tuffo nelle nebbie di Ravenloft con L’Arazzo delle Anime Perdute di Elaine Bergstrom; la ristampa del visionario Tenebre, di L.E. Modesitt Jr., e del suo seguito, “Scettri“; una nuova avventura per il creatore dei Forgotten Realms, Ed Greenwood, con il primo volume della serie de I Cavalieri di Myth Drannor, dal titolo Le Spade di Eveningstar; tornano i maestri del fantasy americano, la coppia Margaret Weis & Tracy Hickman, con la storia di Kitiara narrata ne I Draghi dei Signori dei Cieli, secondo volume de Le Cronache Perdute; torna Drizzt in una nuova, decisiva trilogia, il cui primo volume è Il Re Degli Orchi, del sempre più amato R. A. Salvatore; dopo il successo dell’anno passato, con molte richieste in fiera all’autore Troy Denning, ecco finalmente uscire il volume unico de La Pentalogia del Prisma di Dark Sun, che comprende i titoli Il passaggio Smeraldo, La Legione di Fuoco, L’Incantatrice d’Ambra, L’Oracolo di Ossidiana e La Tempesta Celeste; infine, per la fantasy made in Germany si avrà il volume “La Luce degli Elfi, del prolifico Bernhard Hennen, e La Confraternita di Yoor, di Harald Evers.

Asengard Edizioni

Presenta Prodigium: Il figlio degli elementi. Quattro ragazzi si aggirano tra le strade della metropoli di Synapsis. Pur essendo diversi tra loro, sono accomunati dalla coscienza di essere speciali: Alyssa ha il dono della velocità traslata, Dafne è una psionica, Ryan un mutante, Kaleb un mago. Con altri sessanta ragazzi, sveleranno gli enigmi dell’isola di Eterium e il destino di un nuovo mondo.

L’autore è Francesco Falconi, nato a Grosseto nel 1976, vive a Roma, dove lavora come ingegnere delle telecomunicazioni. È appassionato di letteratura fantasy e si dedica alla scrittura fin da quando era giovane; nel 2006 ha esordito con la saga fantasy “Estasia”, edita Armando Curcio Editore e della quale sono stati pubblicati il primo volume “Estasia — Danny Martine e la Corona Incantata” e il seguito “Estasia — Il Sigillo del Triadema”. Con Asengard Edizioni ha scritto la nuova saga “Prodigium”, di cui “I figli degli elementi” è il primo volume, un fantasy adatto sia ai ragazzi sia agli adulti.

Baldini e Castoldi Dalai Editore

Garmir l’eclissiomante: un’antica profezia minaccia il destino del mondo. Riuscirà Garmir a ritrovare i Sigilli prima che i Soli tramontino a Est? Il fantasy d’esordio di un giovanissimo e promettente autore.

Thomas Mazzantini, nato nel 1990 da madre svizzera e padre italiano, vive in un piccolo paese dell’Isola d’Elba.

Lettore accanito di libri fantasy e di fantascienza, fin dalle elementari ha coltivato la sua passione per la scrittura. Garmir  l’eclissiomante, ideato a quindici anni, scritto a sedici e concluso a diciassette, è il suo primo romanzo.

Curcio Editore

Trilogia di Lothar Basler — Il sangue della terra di Marco Davide. Tinte fosche e ambientazioni oscure, un romanzo per adulti, dai toni cruenti e diretti.

Lothar sbarca nell’Impero di Caeres, devastato dalla guerra. Il maestro Mighal gli svela la sua natura di Figlio del Potere e gli spiega finalmente che cos’è la Lama delle Ombre. Lothar scopre di essere predestinato a fronteggiare Kurt Darheim non solo perché questi è il carnefice di Helena, ma anche perché rappresenta una minaccia per tutti i popoli. Darheim, infatti, vuole risvegliare lo spirito di Ephraim Blaake, il Figlio che si lasciò corrompere dall’anima putrida del Potere e, una volta sconfitto, fu imprigionato in una cripta conservata nella cattedrale di Rhon.

Giovane autore romano, Marco Davide è ingegnere elettronico. Si occupa di progetti di ricerca e sviluppo a livello internazionale; appassionato di arte e di numeri, pratica arti marziali e si diletta nel wargame. Dalla sua creatività viene alla luce un intero universo narrativo, un mondo fantastico contraddistinto da toni cupi.

In collaborazione con l’editore di giochi Asterion Press (il cui stand era abbinato a quello Armando Curcio), è stata anche presentata la sinossi del primo di una trilogia di romanzi fantasy legati al cupo mondo di Nephandum, gioco di ruolo edito da Asterion Press che vinse il premio Best of Show nel corso di Lucca Games 2005.

Giochi da Collezione — La grotta di Merlino

Mondi Eroici — Guida Collezionistica ai Giochi di Ruolo in Italiano dal 1982 al 2008 edizione 2009. Si tratta della seconda edizione aggiornata della guida/catalogo pubblicata lo scorso anno e che raccoglie tutti i giochi di ruolo prodotti nel nostro Paese dal 1982 al settembre 2008 (sia originali che traduzioni). Nell’edizione 2009 l’intervista fiume al compianto Gary Gygax è stata rimpiazzata da un lungo articolo dedicato alle riviste italiane di giochi di ruolo, è stata inserita una cronologia completa dei titoli presentati, le schede sono state integrate da descrizioni specifiche dei giochi e le foto adesso mostrano non solo le scatole ma i contenuti delle stesse. Ciro Alessandro Sacco, uno dei maggiori esperti italiani di gioco di ruolo nonché titolare e gestore de DM magazine La Grotta di Merlino (www.grottadimerlino.com/) mentre il volume esce anch’esso sotto l’etichetta Inspired Device (www.inspireddevice.com).

DM Magazine: la sola rivista dedicata interamente al mondo del retrogaming non elettronico. Dopo una lunga pausa, la testata è tornata a proporsi al pubblico degli appassionati con il numero 19 (uscito all’inizio di settembre) curata da Ciro Alessandro Sacco (condirettore), Daniele Prisco (condirettore e responsabile grafico), Giulio Iannarella e Gianmatteo Tonci (redattori). Dati gli argomenti trattati, la rivista viene distribuita — gratuitamente — solo in formato pdf (http://www.grottadimerlino.com/dm_magazine.html). Lo speciale Lucca Games della rivista apparirà come inserto autonomo nel numero 20 di DM Magazine, disponibile dal 20 novembre.

Stratelibri

Rigor Mortis vol.3 — Il destino dell’Impero — di Luigi Lo Forti. Si conclude la prima saga letteraria dedicata a Rigor Mortis con la pubblicazione del terzo volume della saga, scritto da Luigi Lo Forti e ambientato nell’universo creato da Riccardo Crosa.

Divorato al suo interno da un oscuro potere, assediato a occidente dalle incombenti orde del Flagello e a oriente dalle voci che raccontano il ritorno dei terribili elfi drill, l’Impero si appresta a vivere il suo ultimo inverno con rassegnata disperazione.

Non tutti, però, hanno scelto la resa: Karathor III, l’imperatore, affronta le tenebre alla ricerca di risposte, mentre le truppe a lui fedeli si dirigono verso Mor-Ankharas, pronte a lottare per riconquistare la città dove intanto Kira e Cav si apprestano a prendere parte a un’impresa tanto audace quanto disperata.

Ma è sulla vetta innevata del Monte Malignus, dove nessuno punta lo sguardo, che il futuro di Kragmortha sta per essere riscritto, ancora una volta. Lì, annunciato da un lampo di luce, fa la sua ricomparsa Rigor Mortis, l’arcimago, di ritorno dall’Inframondo e deciso a regolare una volta per tutte i conti con Odium-Kah e i suoi fratelli; ai suoi ordini, la legione dei Demoni Perduti; al suo fianco, il fedele Romolo; di fronte a lui, una lunga marcia per giungere puntuale all’appuntamento con un destino scritto nelle pagine di un libro…

by FantasyMagazine

Quando l’immagine in movimento incontra l’immagine in griglia

10/11/2008

Un soggetto rifiutato, il Maestro della commedia all’italiana, un fumettista di razza: questi gli ingredienti di “Capelli Lunghi”, il volume che contiene l’adattamento a fumetti ad opera di Massimo Bonfatti da uno scritto di Mario Monicelli, finora mai uscito dai cassetti del regista.

L’incontro di presentazione del volume ha offerto al pubblico convenuto un interessante sguardo sulle meccaniche della creazione narrativa: Monicelli, da una parte, racconta della molteciplità delle fonte di ispirazioni che portano alla stesura di una storia, Bonfatti, dall’altra, del rapporto con il soggetto originario del quale ha deciso di mantenere verbatim dei brani, per la forza con la quale lo hanno colpito.

Il volume è arricchito da una lunga intervista a Mario Monicelli, che svela il dietro le quinte che portarono il produttore Cristaldi a rifiutare il progetto.

by Prospettiva Globale Edizioni

Conferenza “Tracy Hickman”

10/11/2008

Lucca Games 2008, domenica 2 novembre ore 12.45
Con Tracy e Laura Hickman, introduce Emanuele Vietina, interviene Alessandro Stanchi (fantasy editor di Armenia Edizioni).
L’eroico Tracy “uccide” assieme a Larry Elmore un terrificante drago, nel dungeon allestito dentro le mura di Lucca e subito dopo, con sua moglie, ci parla della loro nuova saga Mystic Warrior e degli inizi della loro carriera di scrittori: a soli 24 anni, del tutto senza soldi e per guadagnare qualcosa, la coppia cerca di vendere alla T.S.R. (storica casa editrice di D&D) delle avventure; in cambio ottiene un lavoro! Dragonlance quindi nasce dalla loro situazione squattrinata e problematica di allora.
Laura racconta che erano sposati da poco quando lo fece giocare a D&D per la prima volta, e a lui sembrò strano un gioco senza tabellone; lei per tutta risposta gli regalò D&D per il compleanno. Il marito scrisse il suo primo dungeon durante una lezione universitaria e con la borsa di studio comprò tutti i manuali…
Inoltre spiegano come i loro primi lavori, sia ambientazioni che avventure, racchiudano molto dell’esperienza in Indonesia (Tracy vi si recò da missionario a 19 anni); e ancor oggi sono convinti che sia importante mettere un po’ di sé in un’opera per renderla viva.
Lì hanno anche imparato che tutti gli uomini hanno molto in comune e che possono costruire assieme un’unica grande storia; lo stesso Stanchi osserva come questa loro mentalità risulti evidente a chi si trova a lavorare con Tracy e Laura.
Vietina chiede poi sulla nascita di Ravenloft: Tracy ricorda come mirasse ad un’atmosfera adatta a vampiri ed altre creature tetre, diversa tuttavia dall’ambientazione di Dragonlance; di entrambe però, la T.S.R. mescolò senza troppo riguardo (e con suo personale disappunto) alcuni elementi e personaggi.
Ammette poi che un’avventura ben scritta dovrebbe avere una logica interna, e includere sia combattimenti che dialoghi, come anche uno scopo, per accontentare i gusti dei vari giocatori.
Infine assicurano che porteranno con loro un ottimo ricordo dell’accoglienza ricevuta a Lucca, dove tra l’altro (dopo aver scritto per anni a proposito di labirinti sotterranei) hanno potuto visitare un vero dungeon! Tracy ci saluta col suo volenteroso italiano dicendo: “Grazie mille!”, e con Laura si dirige al suo stand per la successiva sessione di firme.

By Gioconomicon
Luca Benedetti

intervista a Sarah Genovese

05/11/2008

A conclusione di Lucca Comics & Games 2008 incontriamo la responsabile della parte Junior, Sarah Genovese che ci racconta le sue impressioni su questa edizione.

Ammette di essere molto soddisfatta per l’affluenza al padiglione e del successo che hanno avuto le aree dedicate ai laboratori, le aree incontri e il teatro. Ma non solo. Una delle novità di quest’anno che ha suscitato molto interesse, è stata l’area gioco in cui i bambini hanno potuto cimentarsi in giochi da tavolo, di carte, di logica, invenzioni e molto altro.

Hanno inoltre riscosso grande approvazione, spiega Sarah, le tre mostre allestite all’interno del padiglione Junior: “ Una Turandot spagnola”, “Principesse, Imperatori e Mandarini” e “Turandot, la principessa di ghiaccio”.

L’editore spagnolo Hipòtesi, che ha curato la prima delle tre mostre, verrà coinvolto il prossimo anno per il concorso di illustrazione e sono in programma due importanti riallestimenti per le prime due mostre: a Cento da fine novembre e in Polonia, mentre il nuovo bando verrà presentato alla fiera per illustratori di Bologna. Un passo molto importante che dimostra come l’Area Junior sia in grande sviluppo e guardi fuori dai propri confini nazionali.

Quest’anno in occasione della mostra sugli illustratori dell’Est Europa, abbiamo, inoltre, avuto il piacere di avere in visita i direttori di due importanti manifestazioni provenienti da Russia e Polonia, paesi, spiega Sarah, dove l’illustrazione per bambini è molto apprezzata. Si aggiunge a questi la Francia dove i libri per bambini sono messi sullo stesso piano di quelli per adulti. In Italia, purtroppo, questo genere è ancora di “nicchia” ma si spera che possa allargare il suo pubblico grazie anche a manifestazioni come Lucca Junior.

E per i nuovi progetti dell’Area Junior? Prima fra tutte la proposta di poter avere un biglietto con un prezzo ridotto per accedere solo all’Area Junior e facilitare, così, l’ingresso alle famiglie non interessate al resto dell’ evento.

“Stiamo, inoltre, già avendo numerosi contatti con le case editrici”, aggiunge Sarah, per poter organizzare incontri nelle scuole in modo da avvicinare i bambini, ma soprattutto gli insegnanti a realtà editoriali minori, ma non per questo meno importanti.

La Redazione ringrazia Sarah Genovese per la sua disponibilità.

Grande successo per Lucca Junior

04/11/2008

Valorizzato dalla nuova collocazione nel cortile degli Svizzeri, vicino al cuore della manifestazione situato in piazza Napoleone, il padiglione Lucca Junior ha raggiunto quest’anno la piena maturità, se è ammesso il gioco di parole.
Infatti, l’ampia offerta destinata al pubblico più giovane è apparsa idonea non solo a intrattenere divertendo, ma anche a rivestire un ruolo più importante: quello di far avvicinare le nuove generazioni alla lettura.
Così, sulle note delle musiche di Puccini, di cui si festeggiava il 150° anniversario dalla nascita, i più giovani visitatori della kermesse toscana hanno partecipato a laboratori creativi in cui assistere alla nascita di un fumetto, a letture “recitate” di libri illustrati e a fumetti, a incontri con autori e disegnatori.
Per la verità, i bambini non erano i soli spettatori a osservare con occhi rapiti i risultati della creatività degli artisti: il pubblico è apparso spesso costituito anche da persone di età ben superiore a  quella alla quale le varie performance erano dirette.
Insomma, un buon successo: a cui si è pervenuti grazie all’esperienza maturata nel corso delle passate edizioni e di cui il pubblico adulto della Lucca di domani potrà serbare un ricordo riconoscente.

By  Lo Sciacallo Elettronico

Silver e Cattivik

02/11/2008

Lo Showcase di Piazza San Michele si affolla per la presentazione della nuova serie televisiva di Cattivik, trasmessa da Italia 1 a partire dai primi di Dicembre.

Presenti Silver e Fabrizio Margaria, responsabile della fascia ragazzi di Italia 1. Sono stati presentati i primi tre episodi del cartone, girato con tecniche digitali moderne, che hanno accolto il pieno consenso del pubblico presente.

Altri 49 episodi sono pronti ad essere trasmessi, in alcuni dei quali sarà presente, come guest star, Lupo Alberto.

by Redazione

Aperitivo con delitto

02/11/2008

Quanti di voi avrebbero voluto diventare protagonisti di un vero e proprio giallo? Partecipare a un gioco di ruolo ma non sapere da dove iniziare?

La risposta a queste domande è il libro “Aperitivo con delitto” di Lorenzo Trenti, presente oggi alla conferenza nella Sala Incontri di Lucca Games assieme a Silvio Sosio, Presidente della casa editrice Delos Books e allo scrittore Giampaolo Simi.

Gioco e giallo. Un binomio interessante sempre esistito. Prendiamo ad esempio una scrittrice come Agatha Christie che organizzava veri Murder Party o personaggi come Sherlock Holmes che scoprendo nuovi indizi nelle sue indagini pronunciava la frase “il gioco ricomincia”.

“Aperitivo con delitto” è un libro difficile da classificare, spiega Trenti, non ha un genere ben definito. E’ adatto anche a coloro che non si sono mai avvicinati al mondo del gioco di ruolo dal vivo in quanto fornisce tutte le informazioni necessarie per entrare in questo mondo. Vengono proposti tre scenari diversi, tutti ambientati nei nostri giorni : Bologna blues, Bloody Mary a Roma e il cerchio delle bande nere a Lucca. Svariati i personaggi proposti, non mancheranno i colpi di scena e tutti i partecipanti potranno divertirsi diventando investigatori o indagati.

by Redazione

Conferenza D&D 4

02/11/2008

Ad un anno di distanza dalla conferenza di Lucca Games 2007 la 25Editions discute di D&D 4 e dei suoi primi passi nel mercato italiano.
A quanto pare il risultato, almeno in questi primissimi mesi di vendite, è molto positivo, registrando una buona risposta da parte del pubblico.
Addirittura i dati di vendita mostrano che l’edizione italiana è la localizzazione noninglese più venduta nel mondo, superando di fatto i risultati di tutte le altre traduzioni europee; a tal proposito è stato fatto notare anche un altro dettaglio, e cioè che la versione italiana dei manuali di 4a edizione è la più economica di tutta l’Europa, a fronte di una qualità editoriale pari o superiore.
Interessante, a tale riguardo, è stato notare un fenomeno fra gli appassionati di D&D: l’arrivo della 4a edizione pare non solo aver conquistato nuovi fan e convertito una buona porzione dei giocatori storici, ma ha generato un generale “risveglio” di tutto l’ambiente correlato a D&D; non solo la 4a edizione registra un grande successo, ma anche la 3a edizione ha ritrovato vecchi e nuovi sostenitori e sta vivendo una nuova giovinezza mentre la 2a edizione (AD&D) e persino la storica 1a edizione (Scatola Rossa) vengono rispolverate dai giocatori e ridiscusse nelle community.
Insomma buone notizie, ma nessun nuovo annuncio dato che la linea italiana si limita a seguire fedelmente le uscite americane.
Come note a margine si è anche brevemente parlato della 25Editions in generale. Insperatamente buono il risultato della linea Star Wars. Stabili i risultati di Mondo di Tenebra nonostante la situazione non idilliaca del mercato odierno; la White Wolf ha preannunciato, ad Essen, che il suo intero World of Darkness riceverà a breve un rilancio grazie alle nuove risorse apportate dalla fuzione con la CCP (azienda autrice del mmorpg EVE Online), ma nessun dettaglio è stato per ora reso noto.
Confermata la notizia dell’imminente fusione di 25Ed con Magic Market, tale mossa permetterà a 25Ed di allocare maggiori risorse allo sviluppo e produzione dei suoi progetti, delegando tutta la gestione del reparto distribuzione al team Magic Market.

By Gioconomicon

Non tagliate quell’albero

02/11/2008

Nella Sala Incontri dell’ Area Junior comincia, alle 12:15, la presentazione del libro “Non tagliate quell’albero” di Fuad Aziz .

L’autore parte dal racconto del suo incontro con l’editore, Lineadaria, avvenuto in occasione di una manifestazione ad Ostuni.

Aziz nei suoi racconti tende sempre ad utilizzare dei simboli per spiegare con semplicità ai piccoli lettori il tema di cui vuole parlare. Spiega come in Kurdistan, da dove lui stesso proviene, sia uso, al calar della sera, che i nonni raccontino delle storie ai bambini illustrandole con dei disegni. E’ proprio da un libro di illustrazioni del nonno che Aziz impara a disegnare.

Ma veniamo al libro. Il protagonista della storia è un albero secolare. Vi è però nel paese un Re molto presuntuoso che desidera che tutto il popolo parli solo di lui. Un giorno un suo consigliere gli comunica però che questo non avviene perchè in paese si parla solo dell’albero. Si scatena l’ira del sovrano che in vari modi cerca di farlo tagliare. Ma sarà grazie a due abitanti dell’albero, un uccellino dal petto rosso e una gazza ladra, se il Re rinuncierà al suo intento.

Una libro che, come spiega l’autore, avvicina i bambini al disegno grazie alle illustrazioni che vi sono racchiuse.

by Redazione

Luca Enoch cambia registro

02/11/2008

Dopo Sprayliz e Gea, è il turno di LILITH. Durante la presentazione al pubblico della sua nuova serie in uscita per la Bonelli (serie semestrale, durata non determinata ma comunque non superiore ai venti numeri), Luca Enoch ha offerto alcune interessanti anticipazioni sul personaggio e sulla storia che lo vedrà protagonista. Ancora una volta si tratterà di un protagonista femminile… ma questo è l’unico elemento che questa serie avrà in comune con le precedenti creazioni del popolare autore: sarà infatti una vicenda dai toni molto più cupi rispetto al solito.
La protagonista, viaggiatrice nel tempo nello stile di Terminator e con un volto ispirato a quello della brava attrice Kate Beckinsale (Underworld, Van Helsing), è portatrice di una crudele missione: eliminare pericolose creature parassitiche aliene che, in diversi luoghi ed epoche della storia terrestre, occupano i corpi di ignari esseri umani. La cosa più drammatica è che, durante il crudo e cruento processo di rimozione, anche l’ospite umano, innocente o malvagio che sia, viene ucciso. Inutile sottolineare il tormento e i dilemmi morali ed etici che si presentano quindi a Lilith ogni volta che porta a termine il suo compito.
Inoltre, Lilith è sola. Non solo non tornerà mai al suo presente (un lontano futuro nel quale è stata allevata apposta per questa missione) ma alla fine di ogni albo deve abbandonare tutti i luoghi e i personaggi che ha conosciuto, per essere catapultata in un’altra epoca a lei ignota. Unico comprimario costante sarà lo Scuro, un’entità con l’aspetto di una pantera nera (ma molto più di ciò che sembra) e che soltanto lei potrà vedere e udire. Una guida, un consigliere e aiutante con il quale nessun altro potrà interagire. E che, confida Enoch, pur non essendo una spalla comica, servirà ad attenuare la cupezza della trama.
Fiduciosi, attendiamo quindi la prima uscita di questo albo per assaporare il nuovo registro narrativo di Luca Enoch.

By Prospettiva Globale