Don Zauker

by

Se l’argomento di Lucca Comics & Games 2009 è l’evoluzione della specie ecco che si evolve anche Don Zauker, il personaggio di Daniele Caluri e Emiliano Pagani.

Nello Showcase di Piazza Napoleone è stata presentata la prima storia lunga del pittoresco prete. Da sempre fuori dagli schemi ora esce anche dal formato, non più le due piccole pagine del Vernacoliere ma ben 46 in cui esprimersi liberamente.

L’albo, dal titolo “Don Zauker Santo Subito” si può leggere, secondo i due autori, come il racconto delle origini del personaggio. Nella storia, che spazia dagli anni Settanta ai giorni d’oggi, abbiamo finalmente la possibilità di capire come  quello che non è altro che un delinquente decide di indossare gli abiti ecclesiastici. Non una vocazione ma una scelta opportunistica. Con quelle vesti addosso è finalmente libero di agire come meglio preferisce, fare e dire qualsiasi cosa gli passi per la testa.

Si capisce come il fumetto di Caluri e Pagani sia ispirato dal loro punto di vista sulla Chiesa in Italia, una critica delle gerarchie cattoliche a loro detta “sempre più grottesche di quanto riescano a raccontare nelle loro storie”.

La spinta a pubblicare l’albo arriva dal riscontro del successo delle due precedenti raccolte. Numeri importanti per un fumetto presente su una rivista con uscite ristrette a poche regioni o abbonamenti. Tanto importanti al punto da essere proposte anche in Francia. Ecco quindi la nuova storia con tiratura nazionale.

Una cosa non solo positiva raccontano gli autori.

Proprio per gli argomenti trattati spiegano di come abbiano dovuto percorrere la via dell’autoproduzione.  Anzi, coproduzione specificano. Nel loro lavoro sono stati spalleggiati dalla giovane casa editrice Double Shot. Insieme hanno potuto rispettivamente riempire un vuoto nel mondo del fumetto italiano. Caluri e Pagani hanno avuto la possibilità di creare una storia finalmente eccessiva, che piace veramente anche a loro. Storie che di solito restano underground. La casa editrice da canto suo ha pubblicato senza pensare al giudizio di particolari associazioni. Sono stati superati tutti i controlli che, a detta degli autori, ammazzano oggi il fumetto italiano.

Proprio per queste limitazioni, ci dicono, hanno dovuto rimandare la collaborazione con una grossa casa editrice. Questa poteva pubblicare il loro lavoro solo limitando il personaggio. O così o un diverso soggetto.

Dopo aver tentato di idearne uno nuovo si sono però accorti che qualunque fosse stato non li avrebbe stuzzicati come Don Zauker. E’ lui al momento il progetto su cui sentono di dover lavorare.

Ecco allora il volume della prima storia lunga. Una copertina di un diverso illustratore, un omaggio che non era entrato tra quelli presenti nella raccolta di storie precedente. Un formato tipico dei fumetti francesi. Una quarta di copertina che illustra chiaramente l’argomento del fumetto e il pensiero degli autori.

Il tutto visibile sul sito donzauker.it, gestito dagli autori con l’ausilio dell’associazione Mucchio Selvaggio.

Marco Biggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: