Max Fridman, L’avventuriero prudente (fu riluttante)

by

Presentato ieri in Sala Vittorio Veneto L’avventuriero prudente,  nuovo libro di Vittorio Giardino. Protagonista del romanzo Max Fridman, personaggio nato nel 1982 e particolarmente amato dall’autore per il carattere introverso che lo contraddistingue.

Una composta barba rossa e la pipa fra i denti, è così che il pubblico ha conosciuto questo agente segreto dell’Europa anni ’30.  Oggi ritroviamo Max ancor più combattutto tra l’attrazione per l’avventura e quella per la vita tranquilla, contraddizione interna che a detta dell’autore rappresenta il punto di forza del personaggio.  Fridman non ama i guai e se può se ne tiene alla larga. La prudenza fa di lui (paradossalmente) il perfetto avventuriero.

“Un uomo troppo coraggioso è un uomo morto”, ci suggerisce Giardino. Max invece se la cava sempre perché sa dissimulare.  Non a caso il titolo iniziale dell’opera era “L’avventuriero riluttante”, divenuto poi prudente dopo un’accurata riflessione dell’autore, famoso per l’attenzione quasi maniacale per i dettagli.

Leggenda narra che la storia sia la biografia di un venditore di tabacco prestato allo spionaggio. L’autore non  smentisce e non conferma. Ci rivela però un particolare: nel romanzo non ci saranno solo le sue tavole, ma anche omaggi fatti a Max da amici e colleghi.

Laura Pacini
Redazione

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: