Il multiplayer di Borderlands 2

by

La star dello stand di Cidiverte nell’area Games è senza dubbio Borderlands 2, titolo sviluppato da Randy Pitchford e dai suoi Gearbox Software che ha recentemente rotto il muro delle cinque milioni di copie distribuite nel mondo. Un successo, in effetti aspettato vista la qualità del titolo, che l’ha portato ad essere il videogioco più rapidamente venduto dell’anno nel Regno Unito. Dicevamo che si tratta della star dello stand del distributore nostrano, ed il perché è presto detto, ci sono sei postazioni di cui quattro una di fianco all’altra che permettono di provare la migliore caratteristica del titolo: il multiplayer cooperativo.

Lo stand di Borderlands 2

Insieme è meglio
Dicesi multiplayer cooperativo la possibilità di affrontare la campagna principale di un gioco in compagnia di altri giocatori collaborando per il raggiungimento di un risultato comune. Ecco, Borderlands 2 rappresenta esattamente questa definizione offrendo un’esperienza che, sebbene divertente anche da soli, da il meglio in compagnia di tre amici. Il perché non è difficile da comprendere quando si va ad analizzare la struttura ludica del titolo: si tratta di uno sparatutto nel quale i giocatori selezionano un personaggio con delle abilità ben definite e complementari a quelle degli altri. Ci sarà dunque quello specializzato nel vomitare proiettili sui nemici (il Gunzerker), quello capace di curare gli alleati (la Siren), quello che si muove furtivo e letale (l’Assassin) e quello capace di creare torrette mitragliatrici (il Commando). Ognuno di questi, poi non incomincia il gioco dotato di una forza prorompente, anzi, starà agli utenti conquistare punti esperienza per migliorarne le capacità.

Loot-fest!
Un altro aspetto vincente di Borderlands 2, e che non manca di mostrarsi alle postazioni di gioco qui a Lucca, è il continuo trovare nel mondo di gioco armi ed oggetti, in maniera non dissimile da quanto succede nei giochi di ruolo. Si recuperano fucili a pompa, fucili d’assalto, armi elementali e molte altre ancora per un numero totale di oggetti veramente difficile da calcolare. Il bello è che ogni volta che si trovano si può, con una semplice occhiata vista l’ottima interfaccia studiata dagli sviluppatori, paragonarli a quelli già in nostro possesso per un continuo ricambio nell’inventario.

Alessandro Arndt Mucchi

Spaziogames.it

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: