Terre di Mezzo, le poetiche e le metafore di Giuseppe Grossi

by
Giuseppe Grossi

Giuseppe Grossi (foto di Bruno Bacelli)

Edizioni di pagine propone  oggi il saggio di Giuseppe Grossi Terre di mezzo – Poetiche e metafore tra Avatar e Il Signore degli Anelli incentrato sull’analisi delle caratteristiche narrative e metaforiche che in qualche modo uniscono questi film fantasy e di fantascienza, solitamente agli antipodi dei generi cinematografici.

Terre di mezzo è uno studio linguistico sulle due famose saghe con un punto di partenza provocatorio su fantascienza e fantasy varcando linee di confine che diventano, nella loro natura diversificata   Fantasy e fantascienza si riscoprono generi lontani nelle epoche messe in scena, ma hanno diversi punti di contatto nel recupero di solide basi narrative orientate al passato.
Lui ….

Giuseppe Grossi è  un critico cinematografico esperto di semiotica, classe 1985 dopo essersi laureato in sociologia e aver collaborato come ricercatore presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, ha lavorato come autore radiotelevisivo e copywriter. Attualmente collabora come critico cinematografico con la testata online mymovies.it. Grossi ha spiegato al pubblico di Lucca la sua idea che Il cinema sia una “terra di mezzo” tra reale e fantastico. In questo territorio ibrido,

Il Signore degli Anelli e Avatar si sono imposti come due fenomeni del raccontare e del vedere, due storie epiche e fantastiche con il gusto per l’innovazione estetica, ma sempre legate all’etica della tradizione, alle utopie nell’incitamento al recupero della natura contro la tecnologia.
Le radici mitiche convergenti sono un punto di partenza, per poi arrivare a un un collettivo che sovrasta l’interesse dei singoli
La tesi di Grossi è che i  film sono fatti per parlarne, per creare forme aggregative ed argomentative.

Peter Jackson e James Cameron non hanno solo girato dei film, ma creato dei mondi, dato forma alla fantasia e sostanza all’immaginario collettivo, dando una diversa versione del classico viaggio dell’eroe.  In cui i protagonisti non ritornano, eroi vincenti ma perduti.

Pandora e Terra di Mezzo sono inoltre spazi dentro i quali il pubblico si riconosce, si perde e rimane ammaliato da eroi complessi, storie mitiche, personaggi esemplari.

Francesco Lodato

http://lucca.fantasymagazine.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: