Bambini e animazione in stop-motion

by

“Chi sa cos’è l’animazione?” è la prima domanda che l’animatore  Francesco Filippi porge ai bimbi presenti  in sala. “Tipo i cartoni animati, facendo i  disegni” risponde uno di loro, giusto,  ma non è l’unico modo.

L’animazione  può essere creata  anche attraverso una serie di fotogrammi che catturano il movimento passo per passo, tecnica conosciuta come stop-motion.  Francesco mostra come ciò sia possibile animando un rotolo di scotch. “Wow” urlano strabiliati i bambini, e ora finalmente è il loro turno. Che la storia abbia inizio.

Basta un piccolo muro di legno come scenografia per  far scatenare la loro fantasia. “Ma il personaggio della favola qual è?”.  “Una principessa” suggerisce una bambina, ma la principessa non c’è e ci si accontenta di una bottiglietta d’acqua.

Per la trama i bimbi suggeriscono tante proposte divertentissime, tipo “facciamo che la bottiglietta ha visto il film di Spiderman e che quindi si vuole arrampicare sul muro con la ragnatela”.  Purtroppo si  è costretti a sceglierne  una sola e così via alle votazioni. Con il verdetto di 14 voti su 17 vince:  una bottiglietta cammina sola e triste per strada e decide di sfogarsi dando testate al muro.

Inizia la creazione: a turno c’è chi scatta la foto e chi  muove la bottiglietta. Ed ecco che la storia diventa realtà e tutti insieme guardano con tanta soddisfazione e stupore il loro piccolo film d’animazione.

Silvia Fontana
redazione

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: