Archive for the ‘Movie’ Category

“Viva la fuga!”

03/11/2013

Un’orda di ragazzini in delirio per l’anteprima di alcuni contenuti del film di Paolo Ruffini “La fuga dei cervelli”.

Con Paolino in sala le risate sono assicurate, come anche  le battute campanilistiche: “C’è qualche pisano in sala?Il film a Pisa non esce eh” dice il poliedrico personaggio livornese.

Presenti durante la proiezione alcuni interpreti: Guglielmo Scilla, Andrea Pisani, Luca Peracino, Frank Matano e Olga Kent, al cospetto di una folla assolutamente impazzita. “ Viva la fuga!” si sente urlare dal pubblico.

Il film è la rivincita di tutti gli sfigati del mondo, “Dedicato ai nerd sfigatelli in modo che non si sentano più soli”. È la storia di  Emilio, ragazzo bruttino e sfigato che decide dopo anni di tentennamenti di confessare il proprio amore alla bellissima Nadia. Una notizia tremenda  però  lo coglierà di sorpresa: la ragazza è in procinto di partire per Oxford. Disperato, il giovane deciderà così di raggiungerla in Inghilterra insieme  alla  sua scalmanata banda di amici.

Ce la farà il nerd a conquistare il suo amore?

Appuntamento al cinema per il 21 Novembre.

 

Silvia Fontata
redazione

Che risate con i doppiatori di Lo Hobbit!

03/11/2013

Cinema Centrale al gran completo per l’incontro con i doppiatori di Lo Hobbit: la desolazione di Smaug, film che uscirà il 13 dicembre.

Nomi che hanno fatto la storia del doppiaggio, come Fabrizio Pucci (Wolverine o Thorin Scudodiquercia in Lo hobbit), Francesco Vairano (Gollum in Lo Hobbit o Prof. Piton in Harry Potter), Marina Guadagno ed Edoardo Stoppacciaro. Divertente ascoltare sketch come quello del Prof. Piton in fila alle poste o Wolverine in banca intento a chiedere un mutuo.

I doppiatori hanno letto tre estratti dalla sceneggiatura del nuovo film e in seguito hanno risposto ad alcune domande del pubblico.

Come si diventa doppiatori?
Noi doppiatori siamo principalmente attori. Alla base di tutto ci deve essere una buona scuola di recitazione che serve a eliminare la cadenza dalla dizione. Attenzione alle scuole di doppiaggio che si stanno diffondendo negli ultimi anni, non insegnano a interpretare le emozioni. Imporante inoltre è poter assistere a turni di doppiaggio, può rivelarsi molto utile. Il provino arriverà in seguito”.

Come nasce la voce di un personaggio?
Bisogna seguire un modello ben preciso. Si segue l’attore del film originale passo dopo passo per interpretarne al meglio le emozioni”.

Negli ultimi anni sono stati utilizzati personaggi televisivi come doppiatori. Cosa pensate di quest’idea?
È una vera patata bollente. Mentre in America come doppiatori si trovano artisti del calibro di Robert De Niro, in Italia vengono usati personaggi popolari a puro scopo pubblicitario”.

È stato difficile sostituire un grande come Gianni Musi?
(risponde Francesco Vairano ndr) “Scelsi personalmente Gianni per il ruolo di Gandalf. Tra di noi c’era un grande rapporto.  Sostituirlo non è stato affatto semplice dato che Gandalf era un personaggio molto importante. La scelta di Gigi Proietti si è rivelata la decisione giusta”.

Qual è la cosa più difficile del vostro mestiere?
Scrivere adattando i dialoghi è un lavoro solitario. Il difficile viene in sala di doppiaggio, al momento del confronto con gli vari attori. In caso di problemi, questi vanno affrontati e superati insieme”.

C’è una parte che avreste voluto doppiare in carriera?
(risponde Edoardo Stoppacciaro) “Dato che sono un perfetto nerd, mi piace fare tutto ciò che è fantasy”.
(Fabrizio Pucci) “Mi sarebbe piaciuto doppiare Nori, dato che ha vent’anni meno di me”.
(Francesco Vairano) “Ho sempre desiderato fare la parte del presentatore del film Cabaret”.

A chiudere 40 minuti di contenuti speciali del film.

 

Francesco Del Bono
redazione

The Citadel: un viaggio tra uomini d’arme e dame

02/11/2013

Sui bastioni dell città vecchia di Lucca 500 anni fa cosa pensate che avremmo incontrato??

Uomini bardati con armature scintillanti, sentinelle che fanno la ronda a protezione del volgo, madamigelle in visita di piacere e cavalieri che sia allenano facendo sentire il clangore delle loro spade.

Bene oggi nel 2013 non è cambiato molto il panorama da allora anche se le spade sono di gomma piume e il metallo è diventato resina…

In realtà per il Lucca Comics and Games delle novità del nostro tempo ci sono: troviamo degli inquietanti container navali riadattati a aree demo per l’imminente uscita del gioco  Watch Dogs e la ormai consueta presenza della milizia privata dell Umbrella Corporation presente quest’anno anche con un imponente elicottero pesantemente armato.

Insomma queste mura sono un magico ponte tra passato e futuro.

Segnali da Asgard

01/11/2013

Sempre più persone accorrono in Piazza San Michele si radunano sul selciato…

Ogni tanto si scorge qualcosa, qualcosa di giallo. Che non permette alla folla di avvicinarsi. È un nastro, come quelli della polizia, ma si capisce in un attimo che si tratta di qualcosa di molto, molto più grosso. Le scritte indicano che è stato lo S.H.I.E.L.D. a recintare la scena, probabilmente per impedire ai passanti di vedere.

Si vede solamente un telo rosso che nasconde qualcosa di imponente. Nella piazza accorrono i supereroi che in questi giorni popolano le vie di Lucca. Le voci iniziano a correre. Pare che sia qualcosa piovuto dal cielo… anche se la giornata è splendida e non c’è traccia di nuvole. Una musica si diffonde sempre più forte, sempre più epica. Il momento si avvicina.

Finalmente, all’apice della tensione, il segnale tanto atteso. Il telo viene tolto.

L’oggetto si rivela. È un segnale lanciato da entità divine, un segnale tanto atteso che può significare solo una cosa. Thor è arrivato a Lucca!

Il martello che si è schiantato dall’alto, rompendo la pavimentazione della piazza, è il suo. Arriverà il Dio del tuono in persona a reclamarlo?

Dagli altoparlanti una voce avvisa che questo è solo l’inizio, di passare nuovamente vicino al martello. Presto sarà possibile trovare nei suoi pressi i braccialetti che permetteranno di assistere all’anteprima nazionale del nuovo film: The Dark World.

Chissà se questa grandiosa notizia sarà l’unica sorpresa. In fondo il volere degli dei è sempre indecifrabile…

Marco Biggi
redazione

L’Arte della felicità

01/11/2013

Un amore fraterno. Due vite differenti e lontane ma un’anima sola. Sono questi gli ingredienti  del pluripremiato film di Alessandro Rak.

Ambientato in un taxi , che altro non è che “una  gabbia percettiva, un filtro attraverso il quale ognuno di noi guarda la realtà” – spiega il regista, presente in sala dopo la proiezione – in una Napoli sull’orlo del  degrado. Sergio, tassista quarantenne, riceve una notizia tremenda. Il  fratello  Alberto, ormai da dieci monaco buddista in Tibet, è morto.

Questo sconvolgerà la sua vita. Niente sarà più come prima e Sergio dovrà fare  i conti con sé stesso. Ciò che vedrà di sé è solo un’ uomo mediocre che ha abbandonato la musica, la sua più grande passione, per condurre una vita che non gli appartiene. Un uomo travolto da un  vortice di rimpianti e sofferenza. Un forte disagio esistenziale  sottolineato  dalla pioggia battente che accompagna le scene di  tutto il film.

Una giovane violinista, un “riciclatore” di macchine usate, un vecchio zio e uno speaker radiofonico lo accompagneranno nei suoi viaggi aiutandolo   a riportare a galla piccoli frammenti del caro fratello defunto e a fare un po’ di  chiarezza dentro di  sé.

Alla fine  il sole tornerà a splendere alto in cielo: fine assoluta o nuovo inizio?

Un film emozionante, riflessivo e per certi versi “apocalittico“.

Consigliatissimo.

 

Silvia Fontana
redazione

Conferenze della sala Ingellis 1° Novembre

11/11/2012

sala ingellis

Da oggi potete ascoltare le conferenze dalla sala Ingellis del padiglione games registrate  il 1° novembre. Nei prossimi giorni verranno pubblicate quelle dei giorni successivi.

http://www.improntadigitale.org/eventi/lucca2012/lucca2012.asp

Madoka Magica 1 – L’inizio della Storia

04/11/2012

Cinema Centrale stracolmo per la proiezione del film di Yukihiro Miyamoto. Poco prima dell’atteso inizio il saluto al pubblico italiano delle doppiatrici. Il film di 130 minuti racconta la storia di Madoka, una ragazzina dal destino magico.

La storia, tutta al femminile, racconta le vicende adolescenziali della ragazza: la famiglia, la scuola, le amicizie. Ma presto si lascia spazio ai risvolti fantastici del cartone animato. Madoka incontra Mami, una maga poco più grande di lei, e fin da subito ne resta affascinata tanto da desiderare di diventare proprio come lei. Ma essere un’eroina come Mami non è sempre facile, occorre impegno e tanto coraggio…

Riuscirà Madoka a diventare una brava maga proprio come Mami. Guardate il film e lo scoprirete!

Ilaria Fabbri
redazione

Panda! Go Panda!

04/11/2012

Lo stile inconfondibile di Hayao Miyazaki è protagonista dell’Auditorium San Girolamo, dove viene proietatto “Panda! Go Panda!” opera del 1972 del grande animatore giapponese e del regista Isao Takahata.

Il cortometraggio racconta la vita di una famiglia molto particolare…

Mimiko è una bambina energica, rimasta sola dopo che la nonna è dovuta partire all’improvviso per un viaggio. Fortunatamente la solitudine della piccola finisce presto, quando entrano nella sua vita Pan, un piccolo panda, e Papà, il grande e simpatico papà panda. I tre formeranno così una famiglia, vivendo divertenti avventure nel loro mondo colorato.

Pan, vivrà una giornata a scuola con Mimiko trovandosi in mezzo a gaffe e fughe roccambolesche. Papà accetterà di tornare allo zoo dal quale si era allontanato (ma solo per lavoro), tornando ogni sera a casa della piccola bambina. Giornate movimentate durante le quali conosceranno nuovi amici come Tigrotto e il direttore dello zoo…

 

Marco Biggi
redazione

Un’anteprima che spacca

03/11/2012

Arriva l’anteprima di “Ralph Spaccatutto” il nuovo film di animazione Disney in uscita a dicembre e viene accolta calorosamente dal pubblico che invade il cinema Centrale. Ralph, il protagonista, è un “cattivo” dei videogiochi Arcade (il gioco originale si chiama Felix Aggiustatutto).

Telefoni sigillati, controllo sulle macchine fotografiche, cinema blindato per godere del gustoso antipasto.

Una volta spente le luci i personaggi della sala giochi prendono vita nel film, vita non priva di problemi, criticità e pregiudizi proprio come la nostra. Tra gag e risate come nella migliore tradizione Disney, Ralph cercherà di risolvere i suoi problemi, interagendo con le altre facce note del videogioco.

Riuscirà nella sua impresa? I venti minuti di film trascorrono senza nemmeno potersene accorgere e sul più bello la pellicola finisce. L’attesa per dicembre – se possibile – adesso è ancora maggiore.

Marco Biggi
redazione

Le nuove tartarughe ninja

01/11/2012

Presentati al pubblico, in anteprima nazionale, due episodi della nuova serie Teenage Mutant Ninja Turtles, le quattro tartarughe ninja nate nel 1984 dalle menti di Kevin Eastman e Peter Laird. Le tartarughe approdano al terzo millennio con una produzione di Nickelodeon e la supervisione di Ciro Nieli.

Nella nuova serie tutti gli elementi del fumetto originale e del primo film: il cartone è realizzato in computer grafica alternando sfondi bidimensionali.
“Sono un grande fan dell’animazione giapponese” – ha confessato Nieli – “e ho voluto includere di conseguenza vari elementi di atmosfera nipponica”, sensazione palpabile guardando già i primi cinque minuti del nuovo episodio, in cui le tartarughe si allenano.

Le peripezie tridimensionali dei protagonisti, come la corsa spericolata sullo skateboard di Michelangelo e fratelli, o la lotta contro un nuovo nemico di nome “StockMan”, hanno mandato i fan in delirio.
“Essendo appassionato di science fiction non potevo trascurare il potenziale fantascientifico dei nemici” ha aggiunto Nieli presentando vari concept di nuovi nemici.

Non mancheranno le rivisitazioni di nemici storici, come il generale Traag – che nella nuova versione è alto 17 metri – e il malefico Clan del Piede.

Innocenzo Tremamondo
redazione